Come raffreddare la voce

9 Marzo 2024
raffreddamento vocale

Ti ho parlato di quanto sia fondamentale riscaldare la voce prima di cantare o di parlare in pubblico per stancare di meno le corde vocali. Ora voglio suggerirti alcuni consigli utili a raffreddare la voce.

Defaticare la voce dopo una performance vocale significa riportarla da una condizione di sforzo a una condizione di normalità. Per passare dal cantato al parlato senza traumatizzare la voce bastano davvero pochi minuti.

 

Qualche accorgimento

  • Quando raffreddi la voce adopera i toni medi e gravi, emettendoli a bocca chiusa.
  • Massaggia il collo, muovi la testa, inclinala e ruotala a destra poi a sinistra per eliminare le tensioni.
  • Muovi le braccia, sciogli le contratture delle spalle, apri la bocca, sbadiglia per distendere i muscoli della mandibola.
  • Nella fase del riscaldamento si parte da piccoli vocalizzi leggeri per salire sempre più.
  • Nel raffreddamento invece si comincia dai toni più alti, quelli che si sono sostenuti durante la performance vocale, per scendere gradualmente a toni più moderati, sempre più vicini al parlato.

 

Come defaticare la voce

Canta una delle canzoni che hai cantato durante la performance con la stessa intensità con cui l’hai eseguita durante il concerto, e piano piano cantala in maniera sempre più rilassata.

Dopodichè fai vocalizzi che partono da note acute e note che via via scendono fino ad arrivare alle note più comode del tuo registro.

Se hai parlato in pubblico scegli semplicemente una canzone che ti piace. Vocalizza con la bocca chiusa partendo da note acute e arrivando alle note più basse.

Bevi molta acqua a temperatura ambiente per mantenere la gola e le corde vocali idratate.

Ricorda che non è possibile affrontare il lavoro vocale senza riscaldamento ed è controproducente, a fine lavoro, non raffreddare la voce!

 

Cosa ne pensi di questi esercizi? Se vuoi lavorarci con me scrivi a info@elisaborchini.it per fissare una call conoscitiva.

 

Una frase e una canzone per brillare

Poesia la distanza più breve tra due esseri umani.

Lawrence Ferlinghetti, Poesia come arte che insorge

Tanit Navarro, Al otro lado de la piel

 

Ti sorrido.

Elisa

 

Articoli correlati

Come prenderti cura della tua voce

Come prenderti cura della tua voce

Prenderti cura della tua voce ti permette di migliorare la relazione con te e con gli altri. Ricorda che la voce viene dal corpo ed è calibrata dal respiro. Per parlare e cantare bene occorre, prima di tutto, che tu conduca una vita sana e senza...

Cantoterapia e neurocanto

Cantoterapia e neurocanto

La cantoterapia, disciplina imperniata sulla voce come strumento di cura, attraverso il neurocanto, che indaga la correlazione tra cervello e azione canora, sottolinea come la scienza moderna negli ultimi venti anni ha cominciato a riconoscere ciò...

La postura nel canto

La postura nel canto

Ogni volta che usi la voce abiti uno spazio. La voce, che vibra grazie all'aria che espiri, per esistere ha bisogno del corpo. Il corpo permette alla voce di proiettarsi nello spazio. Ricordati che non puoi cantare correttamente se non ha un buon...

Elisa Borchini

Elisa Borchini

Ciao! Sono Elisa e sono Cantoterapeuta. Sempre in cerca di storie da ascoltare, trovo felicità nelle piccole cose. E conduco persone incantevoli come te per farle rifiorire attraverso la voce e la creatività. Leggi di più...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *